COME HO FATTO IO...



Da quando ho deciso di cambiare le mie abitudini, sono mutate molte cose.

Il mio modo di pensare, ad esempio. La mia consapevolezza sul cibo. Il mio essere precisa e più che posso costante. 

E con questo è cambiato anche il mio corpo. Eccomi per questo, pronta a darvi la mia testimonianza, ma prima...

La mia storia. 


E' iniziato tutto che mi guardavo allo specchio e non mi piacevo, gambe senza forma, addome gonfio, schiena curva (e non solo per la scoliosi) e tanta, troppa insoddisfazione.

Volevo cambiare, ma non ho mai amato lo sport. Ma più di tutto volevo cambiare la mia vita. Uscivo, anzi, sono uscita grazie a questo che sto per raccontarvi, da un periodo buio, duro, difficile che non starò a raccontarvi. Posso solo dirvi che i psicofarmaci erano una routine. Volevo trovare un modo per rialzarmi. Non sapevo però, cosa fare.

Ho consultato il web, ricco di guide, video e tutto ciò che basta per darci grandissimi risultati. Ma di certo vanno applicati tutti quei consigli altrimenti nulla viene da sé.

Ho iniziato a prestare attenzione all'alimentazione, nessuna dieta, nessun digiuno. Nulla di tutto ciò.
Inizialmente i primi accorgimenti erano: caffè al bar? Si ma con meno zucchero, preferibilmente grezzo di canna.
Cornetto? Integrale o niente.
A colazione? Stop a biscotti, pane integrale con frutta e magari pure una tisana.
A pranzo ho aumentato le verdure. In modo da essere sazia ma non di pasta ma di fibre che ci mantengono puliti. Spuntini? Si ma in salute. Frutta, thè verde, tisane da portarci dietro ovunque siamo (assicuratevi che ci siano bagni dove andate). 


Ora naturalmente anche la mia alimentazione è cambiata. Sono ancora più puntigliosa, faccio qualche scarico di sale e se sono io a cucinare lo evito proprio.
Ad esempio cuocio tutto con acqua e quando posso l'olio lo metto solo a crudo. 

Penserete che mangio uno schifo, e invece no! Non sono pelle e ossa e anzi, ho acquisito molti muscoletti. 
Oggi i miei pasti sono aumentati di quantità e sono più equilibrati, ma ancora più puliti di prima. Vi faccio qualche esempio?
  • colazione: fette biscottate, marmellata\miele, the, aranciata. Oppure: yogurt con frutta fresca e secca, miele e cereali. Ancora: pancake proteico e caffè...
  • A pranzo: una fonte di carboidrati come le patate, il riso o la pasta integrale, con una fonte proteica come carne bianca, pesce magro, uova... E non mancano le mie verdure! Broccoli, cicoria, carote...
  • A cena naturalmente seguo le linee del pranzo, oppure amo follemente i miei mix di legumi che hanno tuto ciò che serve se abbinati ai cereali.
  • I miei spuntini sono delle vole frutta, altre volte albumi, altre volte dei prodotti che se vi interessa posso parlarvene. 
RICORDATE:

L'alimentazione è la prima fase che va affrontata, perlomeno per quanto riguarda l'addome, si perché potete fare quanti addominali volete, tutti i crunch del mondo, ma la famosa tartarughina uscirà solo quando gli zuccheri localizzati saranno diminuiti e automaticamente la pelle si assottiglierà lasciando emergere obliqui, bassi, alti.. Insomma, finalmente vedrete gli addominali.
Continuando a parlare di addominali, vi allego qui di seguito alcuni degli esercizi che, almeno su di me, hanno svolto il lavoro migliore.










I RISULTATI



PRIMA



DOPO



Oggi arrivo qui, con allenamenti cambiati, carichi aumentati, alimentazione diversa e...




Ho provato su me stessa, da sola, Ho sperimentato ed ho sbagliato, Ho corretto posizioni, pesi, carichi, con le fitte allo stomaco, con le gambe che tremavano, e ho raggiunto pian piano quello che volevo. La prova che non bisogna accontentarsi. Siamo ciò che costruiamo.







Post più popolari