UNA SANA ALIMENTAZIONE - UNA DIETA EQUILIBRATA - CONSIGLI SU UNA SANA PERDITA DI PESO

UNA SANA ALIMENTAZIONE

Oggi parliamo un po' di cibo e sfatiamo qualche falso mito.

Il corpo umano è formato essenzialmente da proteine, glucidi, lipidi, sali minerali, vitamine e acqua.

L'accrescimento, il mantenimento e il funzionamento delle sue strutture sono garantiti dall'alimentazione che ha il compito di rifornirlo di questi stessi elementi.

Ogni alimento è costituito da più nutrienti che legati ne determinano una diversa struttura.
Carboidrati, proteine, grassi e acqua sono rappresentati in grandi quantità e rappresentano i MACRONUTRIENTI.
Sali minerali e vitamine si definiscono MICRONUTRIENTI.

Una buona alimentazione deve combinarli in maniera  equilibrata per rispondere ai fabbisogni biologici.


I FABBISOGNI DEL NOSTRO ORGANISMO SI DIVIDONO IN:
  • Fabbisogno energetico: apporto di sostanze energetiche sufficienti per lo svolgimento delle attività organiche.
  • Fabbisogno plastico: apporto di sostanze per il rinnovamento di cellule e tessuti.
  • Fabbisogno bioregolatore e protettivo: cioè il giusto apporto di sostanze necessarie per lo svolgimento dei processi metabolici.
  • Fabbisogno idrico: il giusto apporto di acqua fondamentale per la vita.


CONSIGLI PER UN EFFICACE CONTROLLO DEL PESO

Se si vuole perdere peso in modo corretto non bisogna ricorrere a quelle diete "fai da te".
E' necessario sapere che perdita di peso e perdita di grasso non sono la stessa cosa.
Maggiore è la velocità con cui si perde peso e maggiori sono le probabilità che questa perdita sia a carico di acqua e tessuto muscolare e non invece del grasso, e che i chili persi saranno recuperati velocemente e dopo aver creato qualche scompenso all'equilibrio dell'organismo.
  • Per perdere 1 kg di peso occorre un dispendio energetico di circa 3800 kcal.
  • Il calo di massa grassa fisiologicamente possibile in questo kg è di circa 0,5 kg, il resto va a spese di acqua e proteine corporee, ed è perciò una perdita di massa magra. La diminuzione di calorie non deve quindi superare 1000 kcal\giorno, corrispondenti a 1kg a settimana.

  • E' importante che tale diminuzione sia equamente distribuita tra alimentazione e movimento, per non rischiare di perdere solo massa magra con la restrizione alimentare.
  • L'esercizio fisico deve essere a carattere aerobico di lunga durata a bassa intensità, in modo da massimizzare il dispendio energetico e mobilitare le riserve dei grassi, che possono così essere utilizzate.



Ovviamente tutto questo appena scritto non è altro che il frutto di cose studiate, ovviamente non ho competenze al riguardo ma ciò nonostante mi piace trascrivere ciò che so e ciò per il quale ho fame di conoscenza.




Post più popolari