TIPS PER UN ADDOME PERFETTO PART. 2 (Addome piatto e scolpito, grasso addominale ridotto e consigli alimentari)

Guida completa agli addominali

Allenamento insufficiente, sovrallenamento, abitudini alimentari sbagliate, riposo inadeguato...
Sono tutti ostacoli che possono compromettere i nostri progressi.

✥✥✥

Qualche tempo fa vi ho lasciato un post che è stato molto gradito direi, dove vi parlavo di alimentazione e di qualche piccolo consiglio che ho testato sulla mia pelle, o per meglio dire, sulla mia pancia. Link al post:http://merilisamaioliniblog.blogspot.it/2017/04/tips-per-un-addome-perfetto.html

Oggi invece voglio fare la versione aggiornata ricordandovi di non essere troppo superficiali quando si tratta di salute, aggiungendo che non sono una professionista ma che semplicemente amo questo mondo, sto studiando e testando su me stessa. Aggiungo inoltre che se avete difficoltà serie, come un eccessivo peso da smaltire o problemi di salute dovete consultare un medico o un professionista. 

Detto questo, iniziamo! 

C'è da dire che ancora oggi c'è molta confusione quando si parla di addome:

-Devo eliminare i pesi aggiuntivi?
-Meglio eseguire molte ripetizioni?
-Come mai gli addominali non si evidenziano nemmeno con l'aerobica?

Una parete addominale ben casellata può fare sicuramente di ognuno di noi il centro dell'attenzione in spiaggia, ma il ruolo degli addominali va ben oltre l'estetica.
Infatti, un addome forte mantiene una schiena sana, e andare a ridurre il grasso addominale evita e previene ipertensione, obesità, malattie cardiovascolari, ictus e a volte il cancro.

Andiamo ora a comprendere bene qualche punto fondamentale:

- ALTI O BASSI?

Diciamo subito, senza troppi giri di parole che il retto addominale è uno, dall'alto al basso e che semplicemente si contrae in maniera non omogenea. 

Per cui, sarà necessario compiere esercizi che portano il busto verso il bacino e le gambe e viceversa, cioè esercizi che portano le gambe verso il busto. 

Il rectus abdominis è il muscolo principale, ma per agire su tutta la parete addominale dovrete lavorare anche su obliqui e trasversi. 

2. COME SI STRUTTURA UNA ROUTINE PER GLI ADDOMINALI?

Per quanto riguarda i tempi dipende tutto da voi e dal vostro metodo d'allenamento, mi spiego meglio:

1. Se siete soliti a saltarli ed è anche un vostro punto carente, sarà logico allenarli all'inizio del vostro workout.

2. Sarebbe più opportuno allenarli alla fine dell'allenamento, perché gli addominali hanno la funzione di stabilizzatori e quindi consentono uno svolgimento migliore degli esercizi, per cui prima alleniamo gli altri gruppi muscolari, li svolgiamo bene con un addome bello fresco e poi ci contriamo sull'addome. 

Per quanto riguarda invece la frequenza: 3 volte a settimana possono bastare ma dovete tenere conto di una cosa: s il muscolo è ancora indolensito dall'allenamento precedente vuol dire che non è pronto per essere allenato e rischiate il sovrallenamento. 

Per le ripetizioni invece dovete sapere che un fattore che incide molto nel numero delle ripetizioni è la contrazione nella parte superiore. Questo vuol dire, in parole povere, che se riuscite tranquillamente a superare le 30 ripetizioni vuol dire semplicemente che non state lavorando bene. Se però state lavorando sull'ipertrofia\definizione allora alzate pure il range delle ripetizioni. 

Potete dunque scegliere un tipo di esercizio per la zona centrale, uno per gli obliqui e uno per i trasversi (o più di uno) da ripetere  10 volte per 2 serie ciascuno. Adattate sempre tutto a quello che meglio fa per voi, sperimentate. 


DIETA E AEROBICA:
Pensate ad un body builder, ok? Come categoria di atleti sono quelli con una forma addominale migliore, questo grazie al poco grasso corporeo e a qualche seduta mirata di aerobica. Come il TABATA, HIIT... 

Persino una persona con poca massa muscolare ma con poco grasso corporeo può passare da professionista! 

Quindi, come sempre le regole sono l'allenamento, LA TECNICA, aerobica se dovete smaltire un po' e ultimo fattore ma non meno importante: ALIMENTAZIONE

Personalmente non sono per le diete drastiche, sono per i cibi genuini, sani, offerti dalla terra, non confezionati e non prodotti da macchine. No cibi unti, no colazione con cappuccino e brioche, no zuccheri e farine raffinate e sale diminuito e non eliminato. 


Ormai questo lo sapete! 
Date sempre spazio a tutta la verdura a volontà, alla frutta, a yogurt, cereali, pasta si ma integrale, carne magra, pesce magro, uova, carboidrati complessi, frutta secca, insomma... Qui nessuno vi vieta di mangiare! 

Se però avete un grosso problema di addome eccessivamente gonfio, allora preferite frullati a colazione, tante tisane depurative, tanta acqua e fatevi un paio di settimane di depurazione del fegato, trovate qui il link per come farlo: http://merilisamaioliniblog.blogspot.it/2017/12/disintossicare-il-fegato.html

Spero di esservi stata utile per capirne di più su questo argomento tanto chiacchierato, mi sono concentrata molto sul muscolo ma se volete, alla parte 3. posso concentrarmi sull'alimentazione. 



Post più popolari