ALIMENTAZIONE - ESEMPI PASTI - TIPS CELLULITE E RITENZIONE

Anche oggi titolo più lungo del solito e anche oggi argomento molto chiacchierato. 
Sicuramente i miei consigli sono un po' più "vaghi" rispetto a quelli di un professionista proprio perché io non sono una professionista, ma come ormai sapete, sono una appassionata di fitness e di salute, dunque studio e condivido! 
Iniziamo?

Quello di cui voglio parlare oggi è per di più alimentazione e tutto ciò che succede al nostro corpo, in maniera molto semplice, se non viene rispettato e nutrito al punto giusto, compresa la cellulite.

Iniziamo proprio da questa.

Cos'è, definizione e cause. 

Al di sotto della nostra cute, c'è una riserva di energia definita pannicolo adiposo che è lo stesso che modella il nostro corpo. 

Questo pannicolo adiposo, come ogni tessuto, si sostiene a "qualcos'altro" come il tessuto reticolare ed il collagene, ed ha una sua vascolarizzazione, detta più semplicemente\comunemente: microcircolo

Attraverso quest'ultimo viene o fornita energia, oppure viene accumulata diventando poi grasso. 


Ora, qual è il punto? 

Una vita sedentaria, alimentazione non equilibrata, stress, malattie epatiche e tanta ritenzione con ripercussioni poi ormonali, possono sicuramente aggravare lo stato di quel deposito di grasso.

In che modo la cellulite "peggiora"?

A seguito di queste cattive abitudini, se così vogliamo chiamarle, e a seguito di una persistenza di queste, succede che le cellule adipose si danneggiano, il loro contenuto si espande e va così a compromettere la corretta funzione del microcircolo.

Per cui, se continuiamo a non muovere il culetto, continuiamo a mangiare in maniera sregolata e quant'alto andiamo a creare anche ulteriori alterazioni del tessuto adiposo.

Quindi, una volta capito cos'è e da cosa è causata questa nostra grande nemica, dobbiamo capire come comportarci.

Partendo da un presupposto: non è facile mandarla via e non è soprattutto possibile eliminarla completamente. Diciamo che sarebbe meglio prevenirla e\o semplicemente evitare di farla arrivare.
Sbagliato è anche pensare che una crema, uno scrub, un fango o un massaggio possano risolvere la questione. Sicuramente fa bene, ossigena i tessuti e aiuta, ma non basta assolutamente.

Quindi che fare?

In primis lavorare il corpo, quindi preferite l'attività fisica alle creme magiche. Vediamo insieme cosa scegliere:

Camminata e non corsa
poiché ripetute battute sul terreno possono causare delle piccole lacerazioni alle cellule adipose, oltre che danneggiare articolazioni e colonna. Praticata a lungo, la corsa,  può peggiorare la situazione.

Preferire quindi attività di camminata veloce, step, ciclismo (e non spinning perché è controproducente causa posizione statica sul sellino che blocca la circolazione del gluteo) e soprattutto esercizi localizzati laddove c'è cellulite, come esercizi per i glutei o per le cosce. Ve ne posto qui di seguito qualcuno:

AFFONDO: 10 RIP. PER LATO PER 3 SERIE

SQUAT: 20 RIP. PER 3 SERIE

PONTE GLUTEI: 20 RIP. PER 3 SERIE
SPINTE A 90 GRADI: 20 RIP PER LATO PER 3 SERIE



Potete inoltre scegliere un percorso di tonificazione generale a corpo libero o con pesi liberi senza esagerare e ovviamente in base al vostro tipo di esperienza, in maniera costante, come ad esempio una attività di 30-40 minuti con una frequenza di 3-4 giorni a settimana.

Ovviamente è fondamentale finire con lo stretching e con degli esercizi di respirazione a gambe alte che praticati in combinazione vi permettono di eliminare le tossine prodotte e favoriscono il ritorno venoso. 


Per finire dobbiamo rimpostare l'alimentazione:

Ovviamente è necessaria una rieducazione alimentare, con 5 pasti tra cui 3 principali, 2 spuntini e tutto composto da una buona quantità  di fibre, vegetali e acqua.

Se può esservi utile vi lascio degli esempi:

A colazione: preferite del the verde, o caffè verde, o una qualsiasi tisana drenante e depurativa accompagnata da dello yogurt farcito con dei cereali, frutta fresca e secca. 

Fate poi uno spuntino sempre con della frutta.

A pranzo: preferite della pasta integrale o del riso sempre integrale, una porzione di proteine composta da carne magra, uova, pesce magro... e della verdura sempre abbondante. 

Spuntino come quello precedente 

E a cena: di nuovo una fonte di carboidrati non troppo eccessiva sempre non raffinata, magari potete sostituire la carne a del pesce magro e di nuovo la verdura. 
Una bella tisana pre-nanna e state apposto! 

Un'altra piccola accortezza è quella di ridurre la quantità di sale che può essere anch'esso controproducente e può favorire gonfiore e ritenzione.

Credo di avervi detto tutto, avete tutte le informazioni per mettervi sotto, lavorare sodo e magari st'estate gioire dei vostri risultati, tornare in forma, rimodellarvi ed essere felici in quel pantaloncino che tanto vi piace  ma che vi fa sentire insicure!
Magari questo può essere anche un buon proposito da mantenere quest'anno!




 









Post più popolari