CURARSI CON LE PIANTE - TIPS - DOMANDE E RISPOSTE - ELENCO PIANTE

Quante volte al primo doloretto, alla prima bollicina, pelle secca, macchia, gonfiore addominale, ansia e chi più ne ha più ne metta rimediamo con questi maledettissimi farmaci? 

Bene, sicuramente qualcuno di voi si riconoscerà tra le persone che curano tutto con un oki, una tachipirina o una aspirina o semplicemente con creme o prodotti da farmacia che, credetemi, sulla pelle molto spesso fanno solo peggio.

E sapete perché? Perché la differenza su un prodotto non è data dal luogo in cui si acquista, ma dagli ingredienti di cui questo è composto. Ma per questo vi invito a leggere un post che vi allego cliccando qui, se avete problemi di pelle che non riuscite a risolvere con niente e nemmeno con i prodotti da farmacia, trovate tutti gli ingredienti che non devono essere presenti nei prodotti che vi spalmate in faccia.


Bene, oggi vi aiuto io. Vi porto alla scoperta delle piante, dei fiori e di tutto ciò che potete trovare in natura e che può DAVVERO aiutarvi a migliorare la vostra salute. Ma prima... qualche regoletta!

GUIDA ALL'USO DELLE ERBE
  1. OCCHIO ALLE FONTI: non sempre esiste un controllo obbligatorio delle piante medicinali come quello dei farmaci, per questo non è garantita né la purezza e né la validità del prodotto che sceglierete. E' per questo importante affidarsi a un buon prodotto e ad un buon produttore.

  2. SCEGLIETE LA FORMULA PIU' SICURA:  a differenza di quelle liofilizzate, le piante che vengono essiccate e polverizzate perdono le loro virtù se esposte all'aria.

  3. NON ESAGERATE: è importante ricordare che una dose eccessiva può avere gli stessi effetti indesiderati di un farmaco, per questo bisogna sempre rispettare dosi e intervalli consigliati. 

  4. NON RISCHIATE E CONTROLLATE LE VOSTRE REAZIONI : se siete giovanissimi o donne in gravidanza, se allattate o prendete farmaci dovete assolutamente fare riferimento ad un esperto prima di iniziare ad assumere queste "terapie". Ovviamente dovete controllare benefici e sintomi, ed interrompere in caso di allergia.
LE PIANTE 

  • Aloe vera: emolliente e rigenerativa per la pelle, indicata in caso di ustioni o irritazioni. Idrata e lenisce. Se bevuta, rinforza il sistema immunitario e aiuta a digerire.

  • Bardana: usata contro l'artrite reumatoide, indigestione, febbre, forfora, idropisia e affezioni renali.

  • Biancospino: ottimo contro i disturbi del cuore, dilata i vasi sanguigni, rinforza il cuore ed è un blando sedativo e per questo utile quando i disturbi del cuore sono dovuti a stress, angoscia e nervosismo. 

  • Calendula: indicata contro i disturbi intestinali, ostruzioni della milza e del fegato. Stimolante, anti-spasmodica, diuretica, cicatrizzante, vermifuga, antiinfiammatoria.  

  • Cardio Mariano: trattamento di alcune malattie del fegato, protegge il fegato da alcune tossine chimiche, ne favorisce la funzione e la rigenerazione. 

  • Edera: ottima contro i dolori mestruali e articolari, contro le infiammazioni bronchiali e il gonfiore alle caviglie. 

  • Fieno Greco: i semi contengono una sostanza in grado di lenire e proteggere i tessuti infiammati o irritati. Balsami e lozioni a base di fieno greco sono indicati per lenire ferite o irritazioni cutanee e anche per ridurre la cellulite. 


  • Finocchio Selvatico: ha proprietà calmanti, allevia il mal di stomaco, facilita la digestione. 



  • Ippocastano: ottimo contro le vene varicose, coaguli del sangue e artrite. 


  • Lavanda: è calmante e per questo ottima quando il mal di stomaco è dovuto al nervosismo. Si dice che i fiori stimolino la produzione di bile e per questo risulterebbe utile nella cura dei problemi di fegato e cistifellea. Antisettica, antispasmodica, sedativa. 


  • Lino: antiinfiammatorio, vermifugo, diuretico oltre che lassativo. 

  • Menta: utile contro indigestione, nausea e flatulenza. Il suo infuso è ottimo contro le affezioni dell'apparato respiratorio e, invece, il suo olio, combatte i dolori ai muscoli e ai nervi. 

  • Ortica: diuretica, astringente sulla pelle, anemia, astenia. 

  • Passiflora: contro l'insonnia, il nervosismo e l'ipertensione.

  • Salvia: astringente sulla pelle, rinforza i capelli e allevia il raffreddore. 

  • Tarassaco: è consigliato per i disturbi del fegato, dei reni e della cistifellea grazie alla sua azione leggermente lassativa e diuretica. 

  • Timo: influenza, mal di gola, tonsillite devono temerlo! Utile per questi malanni ed è anche diuretico e stimola le attività gastriche. 



  • Valeriana: azione positiva sul sistema nervoso centrale e sui tessuti lisci dei muscoli. Favorisce addormentamento e riposo. Calma i sintomi del nervosismo allo stomaco e contro lo stress. 


    • Verbasco: calma le mucose infiammate ed è efficace contro mal di gola, raffreddore e raucedine. Applicato localmente dà sollievo anche alle articolazioni artritiche.


    • Zenzero: consigliato per alleviare il mal di stomaco e favorire la digestione. 


    Questa era una lista di piante\erbe che potete trovare tranquillamente anche in erboristeria. Se vi interessa, posso scrivere un altro post con altre 20 piante. 










































     

    Post più popolari